Geografia della Sardegna

Geografia della Sardegna

Benvenuti nella sezione dedicata alla geografia della Sardegna del Residence La Rosa.
Nelle pagine seguenti troverete le descrizioni delle principali località della Sardegna con un aggiornamento al nuovo territorio della regione suddiviso nelle nuove province.

Nella cartina a lato sono indicati in rosso i capoluoghi di provincia.
Accettiamo recensioni, descrizioni e foto di qualunque dei 377 comuni della Sardegna:potete inviare le foto (formato 640x480)e le descrizioni all'indirizzo: residencelarosa@residencelarosa.it

Clicca qui per la cartina delle province della Sardegna

Clicca qui per l'elenco di tutti i comuni della Sardegna

Cartina della Sardegna
La Sardegna con un territorio paria a 24.090 kmq, è la seconda isola, per estensione, del Mar Meditterraneo dopo la Sicilia.

Le coste della Sardegna si estendono per circa 1800 km: distano dalla penisola Italiana circa 180 km separate ad est dal Mar Tirreno, ad ovest separata dal mare di Sardegna vi è la penisola Iberica, a sud invece il Canale di Sardegna la divide l'isola dalle coste tunisine per soli 210 km, a nord lo stretto di Bonifacio separa la Sardegna dalla Corsica per 11km.

Il territorio:
Il territorio della Sardegna è altimetricamente suddiviso per il 67,9% collinare, montano per 13,6% e piano per il 18,5%. Le pianure più estese sono il Campidano a sud nella zona di Cagliari e la Nurra a nord nella zona di Sassari, il territorio delle province di Nuoro e Ogliastra è prevalentemente montuoso con la presenza delle montagne più alte, si contraddistingue il massiccio del Gennargentu con Punta La Marmora 1834 s.l.m , Punta Corrasi 1463 s.l.m, Monte Albo 1127 s.l.m., nel territorio della nuova provincia della Gallura, vi è il Monte Limbara ,alto 1359 s.l.m., caratterizzato dalla presenza di boschi di lecci e querce da sughero e dall'abbondanza di acqua che conferisce al territorio un aspetto sempre verde a differenza delle altre zone della Sardegna dove le riserve idriche sono sempre in calo a causa del clima sempre meno piovoso.

I fiumi:
I corsi d'acqua della Sardegna hanno carattere prevalentemente torrentizio, con ondate di piena nella stagione invernale e ridotte portate nella stagione estiva.
Il fiume più lungo della Sardegna è il Tirso (152 km): nasce nell'altopiano di Buddusò la sua sorgente si trova a circa 900 s.l.m. il corso d'acqua che sfocia nel Golfo di Oristano, prima di arrivare a mare forma il bacino artificiale del Lago Omodeo creato grazie alla realizzazione di una della dighe più imponenti d'Europa.

Il secondo fiume più lungo è il Flumendosa (127 km) che ha una portata di acqua (portata:quantità di acqua che scorre in una sezione in un determinato periodo di tempo) maggiore a quella del Tirso; sfocia nei pressi di Muravera e le sue acqua vengono utilizzate per scopi irrigui e civili nel territorio del Campidano.
Il terzo fiume per lunghezza è il Cedrino che nasce nelle pendici delle montagne del Gennargentu e sfocia nel Golfo di Orosei.

L'unico fiume navigabile della Sardegna è il Temo che ha origine nell'altopiano del Marghine e sfocia a Bosa.
La popolazione residente in Sardegna è pari a 1.650.000 abitanti (censimento del 2001) con una densità di 68 ab. per kmq.: tra le più basse d'Europa.
Il capoluogo della regione è Cagliari, le altre province sono: Sassari, Nuoro, Oristano, Olbia-Tempio,
Ogliastra
( Tortolì-Lanusei), Medio Campidano (Sanluri-Villacidro), Carbonia-Iglesias.

Links correlati all'argomento:
Cartina delle province della Sardegna

Elenco di tutti i comuni della Sardegna

Geologia della Sardegna

Previsioni meteo per la Sardegna

Agrometeorologia in Sardegna

Geografia della Sardegna:
Cagliari - Nuoro - Orosei - Siniscola - Tempio Pausania

RESIDENCE SARDEGNA

Residence Sardegna

Preventivi Vacanze